Post Formats




Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Maria e i bambini contesi: oltre la vicenda di Cogoleto* di Elisa Ceccarelli

Il libro che ha lo stesso titolo dell’odierno dibattito si propone di “rileggere” la realtà di Vika (il vero nome di Maria) e dei 30 mila minori - molti dei quali in stato di abbandono - che ogni anno arrivano in Italia con i c.d. soggiorni solidaristici, per andare “oltre” la vicenda specifica in vista della ripresa di tali soggiorni.



Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Protocollo sull’ interpretazione e applicazione della legge 8 febbraio 2006, n. 54 in tema di ascolto del minore”

L’Osservatorio per la giustizia civile è un gruppo di avvocati, magistrati, dirigenti e personale di cancelleria, attivo a Milano fin dai primi anni ’90, che ha portato avanti iniziative volte alla ricognizione ed alla discussione di prassi organizzative e interpretative, tendenti alla razionalizzazione ed alla accelerazione dei tempi dei processi civili.



Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il superamento degli istituti nella lunga marcia per l’attuazione dei diritti dei minori di Pasquale Andria*

1. La conclusione di una stagione dell’assistenza

Nella lunga marcia per l’attuazione dei diritti dei minori la data del 31 dicembre 2006, indicata dalla legge n. 149/2001 di riforma dell’adozione come termine ultimo per il “superamento” degli istituti educativo-assistenziali, ha finito con l’assumere una valenza affatto particolare.

 



Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

PROPOSTE NORMATIVE TESE A RAFFORZARE LA DIFFUSIONE DELLA LEGALITA’ di Luciana Izzo*

Oltre alla proposta dell’aumento di un’unità dell’organico dei sostituti e all’attribuzione di magistrati onorari presso le Procure perché offrano la loro competenza nella cura degli affari civili e rieducativi, ecco le altre proposte su cui è opportuno discutere.



Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Intervista di Elisabetta Fraccarollo a Piercarlo Pazé, direttore della rivista Minorigiustizia, sulla pratica della messa alla prova in Italia*

La messa alla prova è un istituto tipico del processo minorile, il più innovativo e qualificante l'intervento giudiziario nel settore, introdotto con il D.P.R. n. 448 del 1988. Consiste in un provvedimento di sospensione del processo penale, per un periodo massimo di tre anni, con un programma elaborato dai servizi sociali, condiviso con il minore e la famiglia, che vede l'imputato impegnato in un percorso educativo ai fini della valutazione dell'evoluzione della sua personalità. Nel caso di esito positivo del percorso il giudice dichiara il reato estinto.





Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Adozione internazionale e soggiorni climatici temporanei: interferenze e problemi giuridici di Luigi Fadiga

Entrano ogni anno in Italia per soggiorni climatici temporanei circa 35.000 bambini stranieri, che vengono accolti temporaneamente presso famiglie. Il fenomeno ha avuto un inizio spontaneo nei primi anni Novanta a seguito della tragica esplosione nucleare di Chernobyl che aveva determinato soprattutto in Bielorussia un gravissimo inquinamento ambientale, con l’esigenza di allontanare periodicamente i bambini dalla zona radioattiva inviandoli per un certo tempo in zone salubri e climaticamente appropriate.